Il fuoco dell’ignoranza alimenta l’odio e l’odio fa perdere di vista l’essenza della Vita. L’umanità nel corso della storia ha permesso a personaggi folli di riuscire a manipolare le masse con la loro propaganda al punto da far credere giuste azioni sbagliate.

Questo articolo non vuole essere una lezione di storia, suppongo che abbiate studiato a Scuola che, nel secolo scorso, non solo in Europa, ci siano stati milioni e milioni di morti innocenti che hanno dato origine al genocidio degli Armeni degli Ebrei della Bosnia, per non parlare del Ruanda, dell’Ucraina, della Nigeria che spesso restano ignorati.

Affermo che l’ignoranza è il terreno fertile in cui i Governi impiantano il seme della paura e, attraverso la paura controllano i popoli grazie ad uno strumento di cui sono padroni: la TV e i giornali per fare propaganda, ovvero il lavaggio del cervello monotematico.

Le persone che accendono la TV e leggono notizie sui giornali nazionali non hanno possibilità di avere confronti e opinioni differenti, perché in Italia è vietato fare giornalismo di inchiesta a meno che non sei un giornale o una TV fuori dal circuito mainstream ed è finanziato con donazioni libere dei cittadini.

☝️Mia cugina ieri ha pubblicato questo post su Facebook ricordando sua nonna Lena di Campora, che le diceva sempre questa frase: “la televisione è BUGIARDA”.

Sono fiera di poter affermare che al 100% il mio patrimonio genetico mitocondriale discenda dalle Donne Camporesi che, da generazioni, hanno saputo distinguersi per essere “sveglie” e poco inclini all’oppressione. Io appartengo a quella stirpe di donne che alla fine dell ‘800 protestarono nella piazza di un paesino del Cilento, per l’aumento delle tasse sul grano. Dopo un secolo, chi come me, ha sangue “camporese” che scorre nelle vene non si farà di certo abbindolare dalla televisione, con i suoi notiziari e gli innumerevoli programmi spazzatura.

Se vi fa piacere scoprire in che modo approdare alla controinformazione per ascoltare notizie differenti e capire quali sono le mezze verità e le mezze bugie, per scoprire che attraverso punti di vista differenti potrete conquistare una vostra opinione, ho selezionato per voi dal Web, Canali Tv indipendenti e quindi liberi di poter dire la Verità perché non hanno padroni:

Byoblu

Pandora

Radio Radio

Canale Italia

Leonardo Leone

C’è un un altro motivo che mi spinge a scrivere questo articolo ed è la preoccupazione che il mix esplosivo di IGNORANZA e PAURA provoca: LA DISCRIMINAZIONE RAZZIALE.

In questi ultimi due mesi infatti abbiamo assistito a molti fenomeni carichi di intolleranza e pregiudizi, di seguito condivido uno screenshot di un amico che mi ha descritto cosa ha visto con i suoi occhi e ascoltato con le sue orecchie.

Ignoranza e paura, hanno contribuito ad alimentare nelle persone manipolate quel rancore e quella frustrazione per il pericolo invisibile di un virus che si è trasformato settimana dopo settimana in sentimenti negativi da scaricare verso l’esterno. Le persone impaurite e disorientate da una informazione che martellava senza sosta a tutte le ore con bollettini di guerra, e accuse pesanti per chi non restava a casa e non usciva con la mascherina, a diventare giudici in cerca di nemici da giustiziare.

In questi mesi sui Social Media si sono sprecati i commenti carichi di offese e di sentenze, ed è comprensibile anche se non condivisibile. Dopo le prime settimane in cui si pensava tutto finisse in tempi brevi, le persone hanno iniziato a vivere in condizioni di costante ansia e stress. In generale l’essere umano in situazioni estreme si divide in due: ci sono le persone che tirano fuori il meglio di sé e mettono in campo risorse e strategie per migliorare la loro qualità di Vita e persone che invece tirano fuori il peggio e mettono in campo tutto l’odio, la rabbia e la frustrazione sia con gesti che usando parole di indicibile violenza sul piano sia fisico che psicologico.

L’umanità naturalmente ha possibilità di emergere solo quando le condizioni interiori sono in equilibrio nonostante il caos. Questa emergenza sanitaria gestita con estrema durezza ha messo a dura prova il sistema nervoso delle persone e ho saputo che da marzo a fine aprile in 60 giorni sono stati registrati dall’Istat 42 suicidi fra gli imprenditori di piccole e medie aziende.

Non sono un giudice ma di certo posso affermare che la causa di queste morti non si potranno di certo attribuire al Coronavirus ma a come è stata gestita l’emergenza; sono altresì convinta che questa informazione non è arrivata nei canali Mainstream, così come non sono arrivati tanti altri messaggi che avrebbero aiutato ad avere una visione d’insieme e non solo bollettini di pazienti contagiati e deceduti.

Probabilmente anche questo video (che ha fatto il giro del mondo) e ha conferito alle forze dell’ordine italiane il Guinness del primato per ipocrisia e spettacolarità potrebbe essere passato sui TG nazionali come messaggio di propaganda in cui hanno mostrato quanto sono bravi i poliziotti a stanare i furbetti e a meritarsi lo stipendio per queste azioni eroiche invece di cercare i criminali (quelli veri).

Ecco una delle ragioni che mi hanno portato oggi a fare un tentativo estremo: inviare tramite mail un messaggio di aiuto che ho inviato a più responsabili delle Nazioni Unite, in cui denuncio che in questo periodo storico in Italia è in corso una Dittatura sanitaria. Riporto di seguito il testo:

“Mi chiamo Anna senatore e vorrei segnalare abuso di potere da parte del Governo italiano e dei Sindaci che emettono ordinanze come se fossero Leggi che obbligano il distanziamento sociale e l’uso di mascherine nocive alla salute.

Chiedo che vengano presi provvedimenti urgenti perché è la prima volta che si assiste ad una dittatura sanitaria che viola moltissimi diritti costituzionali e sta producendo nella popolazione atteggiamenti discriminatori nei confronti di una minoranza che non è soggiogata dalla manipolazione mediatica e quando manifesta resistenza pacifica, viene utilizzato il TSO.

Nutro seri dubbi sulla veridicità delle informazioni trasmesse dai Media nazionali e vorrei far emergere conflitti di interessi fra i componenti della task Force del Ministro Conte che smentiscono il lavoro di medici in prima linea come il Prof. De Donno e il Prof. Franchini che hanno trovato cure riguardo il Covid sicure ed economiche.
Inoltre, il Prof Bacco ha fatto una ricerca che ha fatto emergere una percentuale del 34% di immunità al Coronavirus già presente nella popolazione nel mese di marzo.

Alla luce di molte informazioni tenute nascoste alla popolazione e nel constatare che le autorità proseguono con atteggiamenti vessatori e punitivi, io vorrei denunciare abuso di potere e una Dittatura sanitaria che impone misure di sicurezza non giustificate.

Mi auguro possa ricevere al più presto un gentile riscontro. Cordiali saluti.
Anna Senatore”

A confermare le mie preoccupazioni riporto questo video in cui un ragazzo siciliano della provincia di Agrigento, viene accerchiato e aggredito pet un Trattamento Sanitario Obbligatorio, chiamato TSO.

Non è umanamente accettabile e non può essere considerato legittimo un trattamento TSO ad una persona solo per aver espresso con il megafono una opinione personale che riguardava l’eccessiva restrizione della Quarantena e quindi invitava le persone del suo quartiere ad uscire di casa e di andare a lavorare perché secondo lui non esisteva una reale pandemia.

Mi domando cosa c’è di pericoloso in queste affermazioni da allarmare così tanto il Sindaco di questa cittadina siciliana al punto da mettere in atto un sequestro di persona con un TSO, fino a convalidare un protocollo sanitario che ha tenuto sedato e bloccato per 4 giorni questo giovane senza che i familiari avessero la possibilità di parlare con lui.

Qui assistiamo ad una violazione dei diritti umani… e Dario Musso con la tortura che ha ricevuto, dovrà essere un segnale di pericolo che mette in allarme chi pensa che la libertà non sia a rischio.

Forse questo ragazzo ha messo in allarme un Sindaco preoccupato che il seme di un pensiero differente avrebbe potuto insinuarsi nella mente delle persone che ascoltavano e, per evitare che potesse risvegliare le coscienze addormentate dopo 2 mesi di arresti domiciliari volontari, e che potesse germogliare il dubbio che forse qualcosa di vero stava dicendo.

Non so a voi, ma a me, il seme di un pensiero rivoluzionario mi ricorda la storia di un italiano che aveva messo in discussione la Scienza e la credenza consolidata che per millenni la terra fosse piatta e fu per questo che, 500 anni fa, Galileo Galilei fu processato come eretico e, se non avesse ritrattato la sua teoria, sarebbe finito sul rogo.

Ho scelto questa foto non solo per il personaggio famoso quanto per l’affermazione che riporto testualmente: “In questioni di Scienza, l’autorità di un migliaio di persone non vale tanto quanto l’umile ragionamento di un singolo i individuo”.

Per quanto riguarda il ragionamento di un singolo individuo che trae le sue conclusioni e le esprime, (o almeno ha cercato di esprimerle) come voce “fuori dal coro” pensate che è stata talmente folle la reazione delle autorità amministrative che addirittura qualcuno ha ipotizzato sui Social che questo TSO non fosse vero. La classica “Fake News” per distogliere l’attenzione dalla Verità.

Un po’ come qualcuno che ancora nega e mette in dubbio che l’olocausto sia stata una “montatura”. In effetti è comprensibile: ci sono realtà così atroci che le persone più sensibili preferiscono negare l’evidenza piuttosto che ammettere che ci siano stati crimini e genocidi o, come in questa Dittatura Sanitaria negare che il Governo possa manipolare le persone fino al punto da indurre a percepire una realtà virtuale e il bisogno di chiedere sicurezza, senza considerare i danni collaterali di azioni che violano i propri diritti costituzionali.

Ma questo non è stato il solo caso, potrei sospettare che altri TSO siano stati effettuati senza aver avuto risonanza mediatica. In Germania lo scorso Aprile la Signora Beate Bahner, Avvocatessa e medico aveva denunciato in un comunicato stampa il Governo per le restrizioni di isolamento non solo ingiustificate ma incostituzionali. Invitava i cittadini a prendere coscienza e a protestare ed è per questo che è stata arrestata e trattenuta con un TSOper alcuni giorni in una clinica psichiatrica.

Di certo la disobbedienza civile, non può essere giudicata patologica, altrimenti si rischia il pericolo di tracciare la strada verso la Psico Dittatura Sanitaria, in cui se non facciamo ciò che il potere vuole veniamo rinchiusi in un reparto psichiatrico, accusati di aver commesso psicoreati.

Queste due esperienze traumatiche avvenute in Paesi civili e democratici non dovrebbero passare inosservate e, sono seriamente preoccupata non solo per i commenti che esprimono consenso e approvazione per tali misure drastiche e discutibili, ma per il rischio che queste pratiche possano diventare consuetudini per intimorire i cittadini al punto da non esprimere liberamente il proprio pensiero, come prevede l’articolo 21 della Costituzione Italiana.

E dopo questa riflessione vi saluto con la speranza che si possa vivere in un Mondo migliore. Se avete voglia di ascoltare la trasmissione di Leonardo Leone che intervista il fratello del ragazzo siciliano, mettetevi comodi perché dura 1 ora e probabilmente questa testimonianza non verrà riportata da giornali e TV nazionali.

Un Abbraccio Cosmico

AnnA❣